Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.

Memorie dall'harem imperiale persiano

Il pensiero di una delle prime femministe iraniane
ISBN: 978-88-7313-424-4
Prezzo scontato    14,45 €
Prezzo pieno: 17,00 €
Prezzo standarizzato:
  • Pagine
    158
  • Collana
    L'altra riva
  • Anno
    2017
 

Descrizione

Taj as-Soltaneh (1884-1936), figlia del sovrano Naser ad-Din Shah Qajar, racconta attraverso le pagine del suo diario trent’anni di storia di un paese, l’Iran, che, a cavallo tra Otto e Novecento, passa dall’ordine tradizionale alle prime importanti riforme di modernizzazione. Il salto culturale e politico che investe la società si riflette anche su di lei, che abbandona il mondo chiuso dell’harem per aprirsi a quello intellettualmente e socialmente impegnato per il futuro di un nuovo Iran. Le Memorie di Taj as-Soltaneh – uniche nel loro genere – rivelano il pensiero di una delle prime femministe iraniane, una voce autentica che rivendica i diritti delle donne fra XIX e XX secolo, ma che, pur affascinata dalle mode e dai costumi occidentali, mantiene sempre un forte legame con la propria eredità culturale.

Anna Vanzan, iranista e islamologa, ha tradotto e curato numerosi romanzi e raccolte di racconti di narrativa contemporanea persiana, soprattutto femminile. Con Edizioni Lavoro ha pubblicato La storia velata (2006) e curato Tre donne. Racconti dall’Iran, di Goli Taraghi (2009) e Le rose di Persia. Nove racconti di donne iraniane (2015). Nel 2017 è stata insignita del premio nazionale Mibact alla carriera per la traduzione e la diffusione della cultura persiana in Italia.

Edizioni Lavoro s.r.l.

Via Salaria, 89
00198 Roma
Tel.  06 4425 1174
Fax 06 855 2478
P. Iva 01413881002