Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.

Architetti di un'Europa del lavoro

Sei proposte per il sindacalismo europeo a trent’anni dal Trattato di Maastricht
ISBN: 978-88-7313-534-0
Prezzo scontato    17,10 €
Prezzo pieno: 18,00 €
Prezzo standarizzato:
  • Pagine
    192
  • Collana
    Studi di Storia
  • Anno
    2022
 

Descrizione

Il volume mira a dimostrare come la dignità del lavoro abbia la propria dimora nella Ue e come il futuro del sindacato sia legato a doppio filo al processo di integrazione europeo. Non sarà un esercizio semplice. Nonostante la cadenza ritmica di eventi avversi, nell’Europa odierna si manifesta un nuovo europeismo che vede nel progetto d’integrazione una necessità storica. Sindacati e parti datoriali possono essere i fautori di questa integrazione, continuando ad applicare un sano dialogo sociale. Quali obiettivi deve porsi il sindacato per stare al passo con questa sfida e per ristabilire i percorsi di progresso sociale, solidarietà, sostenibilità? L’autore presenta in queste pagine sei proposte per l’Europa del lavoro. Due puntano a rafforzare le istituzioni europee in un nuovo patto fondativo per il lavoro e la sicurezza: il debito pubblico europeo e la politica di sicurezza e difesa comune. Due sono mirate a restituire pathos al costrutto democratico del progetto di integrazione europea: la lotta alla criminalità e la lotta alla povertà. E, infine, due riguardano il lavoro e i lavoratori europei: un quadro operativo e promozionale della contrattazione collettiva transnazionale e una scelta definitiva sulla partecipazione dei lavoratori al governo delle imprese.

Edizioni Lavoro s.r.l.

Via G.M. Lancisi, 25
00161 Roma
Tel.  06 4425 1174
Fax 06 855 2478
P. Iva 01413881002