Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.

Gli imprenditori e la concertazione in Europa

Questo volume analizza l'adozione o il rifiuto della concertazione da par te delle principali organizzazioni imprenditoriali in Austria, Danimarca, Italia e Svezia, approfondendo le ragioni delle diverse scelte e ponendole in una solida prospettiva teorica .
ISBN: 88-7313-098-4
Prezzo scontato    13,17 €
Prezzo pieno: 15,49 €
Prezzo standarizzato:
  • Pagine
    240
  • Collana
    Studi e Ricerche
  • Anno
    2001
 

Descrizione

Negli ultimi anni, il tema della concertazione è stato affrontato in concomitanza con la sottoscrizione di «patti sociali» in vari paesi europei, talvolta precedentemente estranei a tale esperienza. Per converso, dalla seconda metà degli anni Ottanta si sono verificati cambiamenti in alcuni paesi in cui la concertazione appariva consolidata.
Alle organizzazioni degli interessi e ai loro orientamenti è riconducibile la spiegazione dell'andamento delle soluzioni negoziali, accanto all'influenza esercitata dalle condizioni economiche e istituzionali. In particolare, le organizzazioni imprenditoriali appaiono divise tra le pressioni alla liberalizzazione e deregolamentazione dei rapporti economici e l'a­spirazione a controllare in qualche misura lo sviluppo di contesti produttivi sempre più competitivi. In tal senso, il dialogo tra le parti sociali può costituire una soluzione preferibile al conflitto.
Questo volume analizza l'adozione o il rifiuto della concertazione da par te delle principali organizzazioni imprenditoriali in Austria, Danimarca, Italia e Svezia, approfondendo le ragioni delle diverse scelte e ponendole in una solida prospettiva teorica .

Edizioni Lavoro s.r.l.

Via Salaria, 89
00198 Roma
Tel.  06 4425 1174
Fax. 06 855 2478
P. Iva 01413881002