Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.

Il vero significato del Patto di Roma

Una ricostruzione storica appassionante e gli effetti sul sindacalismo italiano
Autore: Autori vari
ISBN: 88-7313-153-0
Prezzo scontato    5,95 €
Prezzo pieno: 7,00 €
Prezzo standarizzato:
  • Pagine
    66
  • Collana
    Studi e storia
  • Anno
    2005
 

Descrizione

Il «Patto di Roma» (3 giugno 1944) ebbe l'indubbio merito storico di costituire il primo tentativo di sindacato democratico dopo il fascismo; ma esso nacque  «debole», viziato, nel suo progetto «unitario», dalla forzatura di chi, nel conte­sto tragico della guerra di liberazione, intendeva farne qualcosa di più di una Dichiarazione sulla realizzazione dell'unità sindacale, di carattere sostanziale­ mente provvisorio, condizionando così il rinascente protagonismo sindacale alla tutela dei partiti. Una forzatura che non poteva durare a lungo, come dimostre­rà, dal 1948 in poi, la vicenda del «sindacato nuovo»: la Cisl di Giulio Pastore e di Mario Romani.
Oltre alla ricostruzione storica di Vincenzo Saba il presente volume raccoglie gli interventi di Sergio Zaninelli e Savino Pezzotta svolti in occasione della celebrazione del sessantesimo anniversario del «Patto», organizzata congiuntamente 1'8 giugno 2004 dalla Fondazione Di Vittorio, dalla Fondazione Giulio Pastore e dall'Istituto di studi sindacali dell'Archivio storico della Uil.
Il volume rappresenta un'occasione per riflettere con correttezza storiografica sul «Patto di Roma» e sul significato che la sua ratifica ebbe - e ha tuttora - per il sindacalismo italiano e, in particolare, per la Cisl.

Edizioni Lavoro s.r.l.

Via Salaria, 89
00198 Roma
Tel.  06 4425 1174
Fax. 06 855 2478
P. Iva 01413881002