Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.

Lavoro e sindacato nella storia contemporanea

Quale rilevanza hanno il lavoro e il sindacato nell'insegnamento della storia del Novecento?
Autore: Autori vari
ISBN: 88-7313-128-X
Prezzo scontato    8,50 €
Prezzo pieno: 10,00 €
Prezzo standarizzato:
  • Pagine
    168
  • Collana
    Studi e storia
  • Anno
    2005
 

Descrizione

Quale rilevanza hanno il lavoro e il sindacato nell'insegnamento della storia del Novecento? L'ipotesi - al centro di un seminario svoltosi a Torino, riportato in questo volume - è che si tratti di temi alquanto trascurati . Nella scuola italiana si accenna al sindacato studiando la rivoluzione industriale, la nascita del movimento socialista e del cattolicesimo sociale, l'avvento del fascismo. Qualche ulteriore cenno viene fatto negli Istituti in cui si studia Diritto ed Economia. Anche i rappresentanti sindacali non sempre conoscono a sufficienza la storia contemporanea e quella del movimento sindacale.
Le differenti modalità con cui si affrontano questi temi mettono in risalto la difficoltà di una ricostruzione storica che non sia vissuta come un racconto lontano, avulso dalle scelte e dai problemi del presente .
Il seminario su «L'insegnamento della storia del lavoro e del movimento sindacale nel Novecento» - che ha riunito docenti universitari, storici, insegnanti e formatori sindacali - ha proposto, a partire dalle pratiche didattiche in uso, una riflessione utile ad avviare la progettazione di percorsi e di strumenti efficaci per dare adeguato rilievo, nell'insegnamento della storia del Novecento , alla storia del lavoro e del sindacato. La conoscenza di questi temi, come dimostra anche il dibattito politico attuale, è infatti fondamentale per orientarsi nella contemporaneità, comprenderne i cambiamenti, esercitare il diritto di cittadinanza.

Edizioni Lavoro s.r.l.

Via Salaria, 89
00198 Roma
Tel.  06 4425 1174
Fax. 06 855 2478
P. Iva 01413881002