Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.

La scomparsa di Anna Vanzan, un vuoto incolmabile

Il 24 dicembre è scomparsa a Venezia Anna Vanzan, iranista e islamologa, docente all’università Ca’ Foscari. Tra le più profonde conoscitrici italiane della cultura persiana, soprattutto femminile, ha collaborato a lungo con Edizioni lavoro con cui ha pubblicato vari saggi e tradotto romanzi e racconti di scrittrici dell’Iran, vincendo nel 2006, con “La storia velata. Le donne dell’Islam nell’immaginario italiano”, il premio Feudo di Maida.
Tutti noi di Edizioni Lavoro siamo rimasti profondamente colpiti e addolorati dalla sua scomparsa e vogliamo condividerne il ricordo non solo di persona di grande competenza e preparazione, ma per la sua disponibilità e il suo contagioso entusiasmo per ogni nuovo progetto. Un vuoto che sarà difficile colmare.

Edizioni Lavoro s.r.l.

Via Salaria, 89
00198 Roma
Tel.  06 4425 1174
Fax 06 855 2478
P. Iva 01413881002